Il salmerino, dopo la deliscatura, viene pulito, spellati, e deposto a marinare in aceto particolare, vino nosiola della Valle dei Laghi, sale dolce di Cervia, zucchero di canna equosolidale dall’Equador e spezie.

Successivamente, i filetti di salmerino vengono imbustati sottovuoto con olio extra vergine d’oliva così da esaltare la delicatezza della carne e valorizzare la leggera marinatura.

L’alta qualità dell’olio utilizzato – proveniente dalla Sicilia – consente di utilizzarlo successivamente anche per il condimento del piatto.