È un prodotto di nicchia destinato a consumatori esigenti che ne sanno apprezzare la delicatezza.

Accurate e ricercate sono le fasi di lavorazione: allevato nelle fresche acque dei torrenti del Parco Naturale Adamello Brenta, filettato, salato a mano con sale dolce di cervia e zucchero di canna equosolidale dall’Equador, viene infine affumicato bruciando segatura di legni pregiati di alta montagna.

Come il salmone e la trota, il salmerino appartiene alla famiglia dei salmonidi: la tipologia lavorata da Trota Oro è il salmerino alpino, originario dell’Europa occidentale. Ne esistono più di venti sottospecie – con notevoli diversità di forme e comportamenti  a seconda dell’ambiente in cui vive – presenti in Norvegia, Finlandia, Islanda, nel bacino del Danubio e del Reno e in Italia nel bacino dell’Adige e del fiume Sarca (salmerino italiano). In Italia il salmerino alpino è tipico dei laghi di montagna del Trentino – Alto Adige.

Vive nelle acque fredde e incontaminate dei laghi e dei torrenti alpini, dove viene anche allevato. La sua crescita è molto lenta proprio a causa delle basse temperature delle acque: per lo stesso motivo la carne del salmerino alpino è molto magra, compatta e delicata.